Collari personalizzati per cani - Collari in vera pelle Made in Italy



Benvenuti ne ilmondodeicollari.com!

Questo negozio online nasce da una profonda e sincera passione per gli animali domestici e anche dalla consapevolezza del fatto che l’affetto di questi meravigliosi animali può e deve essere ricambiato offrendo loro la migliore delle cure possibili.

Pur consapevoli che un bene materiale non sarà mai in grado di compensare l’affetto sincero e disinteressato che cani e gatti nutrono nei confronti dei loro padroni, all’interno del nostro negozio online è possibile acquistare oggetti unici e di alta qualità, che ben rispecchiano la volontà, propria di tanti padroni, di voler offrire solo il meglio ai loro amici a quattro zampe.

Selezionando solo materiali naturali non trattati chimicamente e realizzando in maniera artigianale tutti i collari per cani e gatti, abbiamo voluto offrire a tutti, con l’aiuto di un prezzo accessibile, la possibilità di donare al proprio amico peloso un oggetto unico, bello e squisitamente italiano.

Vi presentiamo i nostri collari per cani e gatti, e tutti gli altri prodotti che potrete acquistare sul sito, per rispondere ad una reale esigenza o semplicemente per fare un regalo in più ai nostri fedeli amici pelosi.

I collari per cani

Per curare al meglio il nostro cane, essendo sicuri di non fare scelte sbagliate che potrebbero risultare poco efficaci o non essere apprezzate dall’amico fedele, è importante considerare diversi aspetti in fase di acquisto del collare.

Se avete appena preso un cucciolo, uno dei primi accessori che dovrete certamente acquistare è proprio il collare; si tratta di un oggetto indispensabile per poter accompagnare il cane durante le passeggiate quotidiane e deve essere comodo e funzionale, ma anche adatto alla razza del cane e perché no esteticamente piacevole perché, si sa, una volta entrato a far parte della nostra vita il nostro animale domestico diventerà a tutti gli effetti un membro della famiglia.

Soprattutto per coloro che si trovano alla prima esperienza, poiché non hanno mai avuto prima un cane in casa, decidere quale collare acquistare può non essere così immediato, specialmente poiché ne esistono molte tipologie, diverse per conformazione, materiale ed utilizzo.

Innanzitutto è sempre importante che il collare sia di buona qualità, ovvero realizzato con ottimo materiale ai fini di non irritare la pelle dell’animale; in secondo luogo è fondamentale essere certi di utilizzare un collare della giusta misura per non fare male al cane quando lo portiamo fuori, soprattutto nei casi in cui scatti all’improvviso quando si trova ancora legato al guinzaglio.

Tra le varie tipologie di collare la scelta andrà fatta tra i tre modelli base, ovvero: collare a fascetta, collare a semi-strozzo e collare a strozzo; vediamo, quindi, quali sono le principali caratteristiche dei tre tipi di collari e in quali casi sarà meglio scegliere l’uno o l’altro.

Il collare a fascetta

Si tratta di un collare interamente realizzato in tessuto, solitamente in cuoio o in nylon, che circonda completamente il collo del cane e si allaccia con una fibbia piuttosto che con un moschettone regolabile, proprio come fosse una cintura.

Grazie alla sua conformazione il collare a fascetta possiede una certa adattabilità alle misure del cane; questa tipologia di collare è però indicata esclusivamente per i cani di taglia piccola e per i cuccioli di taglia media o grande.

I nostri collari a fascetta sono molto funzionali dato che si possono regolare a diverse altezze, adattandosi così ottimamente alle varie fasi di crescita dell’animale, senza correre il rischio che esercitino costrizioni che potrebbero provocare fastidio se non dolore al nostro cane.

Il collare deve essere sempre della giusta misura, quindi non troppo stretto ma nemmeno troppo largo, in tal caso infatti l’animale potrebbe sfilarlo con troppa facilità e si rischierebbero brutti incidenti.

Per avere un idea della dimensione che il collare deve avere, per essere comodo e funzionale al tempo stesso, esiste un semplice trucchetto: verificare che tra il collo dell’animale e il collare passino due dita della mano.

Va ricordato, inoltre, che quando i cani sono cuccioli, e quindi si trovano in una fase di crescita molto rapida, bisogna controllare periodicamente la lunghezza del collare, all’incirca due volte alla settimana per essere certi che non sia mai troppo stretto.

La scelta del materiale di cui è fatto il collare a fascetta dipende sostanzialmente dai nostri gusti personali, così come accade per disegni e colori; ad ogni modo, quelli in tessuto o in nylon risultano più adatti per un uso quotidiano perché sono molto morbidi e leggeri, nonché in grado di salvaguardare maggiormente il pelo dell’animale rispetto a quelli in cuoio.

Il collare a semi-strozzo

Il collare a semi-strozzo è costituito da due parti; una parte che può essere realizzata in nylon, cuoio o catena ed è provvista di due anelli posti alle sue estremità, e una seconda parte, realizzata sempre in catena, che scorre negli anelli e termina con le sue estremità in un terzo anello al quale viene agganciato il moschettone del guinzaglio.

Questa tipologia di collare è detta a semi strozzo perché tende a stringersi quando il cane tira ma soltanto fino ad un certo punto, infatti quando i due estremi della prima parte del collare si sono completamente avvicinati il collare non si stringe oltre.

Questa tipologia di collari è indicata per i cani di taglia media o grande, per cani già abituati ad andare al guinzaglio e per cani che non hanno problemi di salute.

Il collare a strozzo

Infine, nel caso di cani di taglia grande e soprattutto quando il nostro fedele amico è particolarmente vivace e dobbiamo stare molto attenti a percorre strade cittadine, è possibile scegliere il collare a strozzo.

Questo collare, a differenza del collare a semi-strozzo, è costituito da un’unica porzione, interamente realizzata in catena e provvista di due anelli posti ai due estremi, di cui uno scorrevole e l’altro fisso, che serve unicamente per agganciare il moschettone del guinzaglio.

La sua conformazione fa in modo che si formi una sorta di cappio che si stringerà sempre di più intorno al collo dell’animale quando questo tira, per poi riallargarsi non appena il cane si riavvicinerà al padrone.

Il collare a strozzo può essere sia in pelle che in ferro, ha il grande vantaggio di essere molto semplice da indossare ed è comodo anche per quanto riguarda la misura, dato che può essere chiuso a diverse altezze con il moschettone.

È bene ricordare che il collare a strozzo va utilizzato unicamente nel caso di cani di grandi dimensioni e soltanto quando saranno cresciuti; quando sono ancora cuccioli, infatti, si dovrebbe optare per la pettorina o per un collare a fascetta.

Inoltre è meglio non utilizzarli sempre poiché sono molto pesanti e potrebbero risultare fastidiosi se portati per un lungo periodo di tempo.

Le pettorine per cani

Come abbiamo già accennato parlando dei collari per cani, nei primi mesi di vita del cucciolo è consigliato utilizzare una pettorina; inoltre sono molti i padroni di cani di piccola e media taglia che scelgono la pettorina al posto del collare.

Come nel caso nel collare è importante valutare bene la tipologia di pettorina più adatta al nostro amico a quattro zampe e orientare la scelta verso un prodotto di qualità, che possieda le giuste caratteristiche in base alle nostre esigenze.

La pettorine per cani devono essere comoda e sicure, non devono quindi essere ne troppo strette ne troppo larghe, per evitare che il cane si senta oppresso o che, al contrario, riesca a sfilarsela facilmente.

La grande differenza tra una pettorina e un collare sta nel fatto che la prima tiene l’animale mantenendolo per le spalle e la pancia e non per il collo; questo è il motivo per cui si tratta di un accessorio ideale per i cuccioli e per i cani di piccola taglia.

Inoltre, la pettorina risulta molto utile per proteggere dal freddo nel caso di cani di taglia piccolissima piuttosto che di razze particolarmente sensibili alle intemperie.

Visti i vari aspetti da considerare, anche in questo caso decidere quale pettorina acquistare può essere difficile; vediamo quindi le varie tipologie esistenti tra cui poter scegliere.

Prima di acquistare la pettorina dobbiamo considerare innanzitutto l’indole del nostro cane e la sua razza di appartenenza, poi optare per una delle tre tipologie che si possono trovare sul mercato, ovvero la pettorina a X, la pettorina ad H e la pettorina a Y.

La pettorina a X

La pettorina a X, forse la più comune, è costituita da un collare e da due strisce di tessuto che passano sotto i gomiti delle zampe anteriori del cane, per poi unirsi sulle spalle.

Il vantaggio di questo genere di pettorina è la sua praticità nel essere infilata, di contro la pressione esercitata dal tessuto sulle ascelle del cane potrebbe danneggiare la sua postura, nonché comprimere eccessivamente le ghiandole ascellari.

La pettorina ad H

La variante della pettorina a X è la cosiddetta pettorina ad H, detta anche “pettorina per cani romana”, che è costituita da due cerchi di tessuto, uno all’altezza del collo dell’animale e l’altro all’altezza della parte posteriore del tronco.

I due cerchi sono uniti tra loro da due fettucce di stoffa che passano una tra le zampe anteriori e una sulla schiena del cane; l’aggancio per il guinzaglio è posto a metà schiena ed è necessario prestare attenzione alla sua posizione perché deve trovarsi proprio a metà, sul baricentro dell’animale.

Questa tipologia di pettorina è considerata la migliore perché, non facendo pressione in alcun punto, non danneggia in nessun modo la postura del nostro cane.

La pettorina a Y

La pettorina ad Y, infine, detta anche “pettorina per cani norvegese” o “modello svedese”, è un vero e proprio connubio tra le prime due, senza lo svantaggio di comprimere le ascelle del cane come nel caso della pettorina a X.

Come suggerisce il nome, questo modello di pettorina si rifà a quelle tipiche utilizzate per i cani da slitta; è infatti costituita da una fascia imbottita che percorre orizzontalmente il petto del cane e si unisce ad angolo retto ad una seconda fascia, anch’essa imbottita, che circonda il torace dell’animale. Unita alle due fasce troviamo una fettuccia sottile sulla quale è fissato l’anello metallico per agganciare il guinzaglio.

Un consiglio

Dato che far indossare la pettorina al nostro amico a quattro zampe non sarà così facile e veloce, soprattutto per i primi tempi, è opportuno verificare quanti sono i ganci di apertura presenti sulla pettorina, perché questo non dipende unicamente dalla tipologia di pettorina (ad X, ad H o a Y), ma dalle molte varianti esistenti per tipo.

Nel caso abbiano un unico gancio saranno un po’ più complicate da infilare, poiché potendole aprire in un unico punto servirà una maggior collaborazione da parte di Fido; per questo se cercate una soluzione veloce e poco complicata è consigliabile acquistare una pettorina con due o più ganci.

I collari per gatti

Ilmondodeicollari.com non poteva non pensare anche agli amatissimi felini!

È noto che i gatti, a differenza dei cani, hanno meno bisogno di collare e guinzaglio, soprattutto perché non sono abituati a fare passeggiate insieme ai loro padroni. Tuttavia, anche i collari per gatti possono risultare molto utili, specialmente in particolari situazioni.

Ad esempio, a quanti di voi è capitato di non riuscire a trovare il proprio gatto in casa? Si sa, i gatti hanno il passo felpato e se non vogliono essere trovati sono abilissimi a far perdere le loro tracce anche in spazi davvero ristretti.

Muovendo da queste esigenze quotidiane di gatti e padroni, abbiamo pensato di proporre in vendita simpatici collari per gatti con tanto di campanellino e/o farfallino; utilizzando uno di questi collari, i passi del vostro gatto non saranno mai più un segreto per voi!

Inoltre in alcuni casi può diventare difficile acciuffare il gatto per qualsiasi esigenza, ad esempio per portarlo dal veterinario, piuttosto che per potergli mettere un prodotto antiparassitario e così via.

Un collare per gatto può anche essere utile nel caso di gatti di razza gigante, come ad esempio il Maine Coon o il Siberiano, che spesso il padrone decide di potare in giro col guinzaglio dato che il trasportino così grande risulterebbe decisamente scomodo e troppo pesante.

Quando si sceglie il collare per il gatto occorre prendere in considerazione che i nostri amici felini non sono tutti uguali; alcuni gatti infatti non opporranno resistenza, al contrario altri potrebbero infastidirsi molto e tentare subito di sfilarselo.

Oltre al temperamento del gatto in questione dovremmo valutare anche l’ambiente in cui vive e come trascorre solitamente le sue giornate; ci sono gatti che trascorrono tutto, o quasi, il loro tempo in casa e altri che non tornano per molte ore se non giorni, impegnati a seguire il loro naturale istinto da esploratori.

Se il gatto è girovago e si trova molto spesso fiori casa è consigliato l’acquisto di un collare elastico, o ancor meglio dotato di un’apertura di emergenza; questo perché arrampicandosi sugli alberi o scorrazzando in ogni pertugio potrebbe rimanere impigliato rischiando di soffocare o di ferirsi anche gravemente.

In materia di sicurezza, esistono anche i collari catarifrangenti e quelli luminosi che rendono maggiormente visibili i nostri gatti durante le ore più buie.

Ovviamente anche i collari per gatti possono essere personalizzati con lettere in argento, cristalli Swarovski o ciondoli, che renderanno il collare del vostro amico a quattro zampe un oggetto davvero unico!